In offerta!

Guida alle MERAVIGLIE SCONOSCIUTE D’ABRUZZO

16.15

La prima edizione di questa guida, negli anni Novanta, ha fotografato una realtà in trasformazione. Da allora, alcuni tra i sentieri, gli eremi e i fortilizi che suggerivamo ai lettori sono diventati famosi, mentre altri sono rimasti tranquilli. Ma il turismo di massa ai piedi della Majella e del Gran Sasso non c’è. Questa nuova edizione arriva in un momento difficile. I terremoti del 2009 e del 2016-2017 hanno colpito L’Aquila, e poi i centri vicini al Reatino e alle Marche. L’inverno-primavera del 2020, con la mancanza di neve, e poi il blocco imposto dal Covid-19, ha danneggiato l’economia dell’Abruzzo e del resto d’Italia.

In passato l’Abruzzo era una terra per pochi. Qualche alpinista frequentava le rocce dei due Corni, gli innamorati di natura salivano a
vedere i camosci in Val di Rose. Gli appassionati d’arte e storia medievale si incontravano a San Clemente a Casauria o a Bominaco. Per la
maggioranza dei visitatori, però, e per molti abruzzesi, la regione aveva poche e consuete attrattive. Le spiagge. Una gastronomia genuina.
Lo sci, con le piste di Ovindoli, Campo Felice e Roccaraso bene innevate, e a portata di mano da Roma e Napoli.
Le cose sono rapidamente cambiate. La nascita dei nuovi Parchi nazionali e delle aree protette regionali, l’attenzione dei media, la diffusione
dell’escursionismo, della bici, delle ciaspole e di altri modi di vivere la natura hanno fatto amare l’Abruzzo in Italia e nel mondo. E hanno
invitato gli abruzzesi a riscoprirlo.

Dimensioni 14 × 21 cm
Autore/i

Stefano Ardito

Pagine

160

Testi

Italiano

Illustrazioni

Oltre 200 illustrazioni, a colori

Confezione

Legatura in brossura

ISBN

978-88-501-0397-3

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Guida alle MERAVIGLIE SCONOSCIUTE D’ABRUZZO”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

cinque × due =

Carrello