In offerta!

PROGETTO RINASCITA CENTRO ITALIA – Nuovi sentieri di sviluppo per L’Appennino Centrale interessato dal sisma del 2016

23.75

Il volume dà conto della ricerca condotta da 22 Università italiane con il coordinamento scientifico del consorzio REDI (REducing risks of natural DIsaster), e che mette tale lavoro a disposizione del dibattito scientifico e dei soggetti istituzionali che si occupano, nei diversi livelli di governo, del complesso percorso della ricostruzione post terremoto. La ricerca, infatti, è frutto di un processo che, partendo dalla mappatura socioeconomica e territoriale delle aree colpite e dall’ascolto delle comunità interessate, proseguendo con studi e ricerche multidisciplinari, giunge all’individuazione di 9 traiettorie di sviluppo che suggeriscono una nuova idea di rigenerazione e crescita delle aree interne dell’Appennino Centrale colpite dagli eventi sismici del 2016-2017

Il volume dà conto della ricerca condotta da 22 Università italiane con il coordinamento scientifico del consorzio REDI (REducing risks of natural DIsaster), e che mette tale lavoro a disposizione del dibattito scientifico e dei soggetti istituzionali che si occupano, nei diversi livelli di governo, del complesso percorso della ricostruzione post terremoto. La ricerca, infatti, è frutto di un processo che, partendo dalla mappatura socioeconomica e territoriale delle aree colpite e dall’ascolto delle comunità interessate, proseguendo con studi e ricerche multidisciplinari, giunge all’individuazione di 9 traiettorie di sviluppo che suggeriscono una nuova idea di rigenerazione e crescita delle aree interne dell’Appennino Centrale colpite dagli eventi sismici del 2016-2017

Dimensioni 22 × 22 cm
Autore/i

Massimo Sargolini, Ilenia Pierantoni, Valentina Polci, Flavio Stimilli

Pagine

280

Illustrazioni

Oltre 140 a colori

Testi

Italiano

Confezione

Legatura in brossura

ISBN

978-88-501-0411-6

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “PROGETTO RINASCITA CENTRO ITALIA – Nuovi sentieri di sviluppo per L’Appennino Centrale interessato dal sisma del 2016”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

11 + 1 =

Carrello